Condividi:

VIT C VITA 10CPR EFF 1G

Produttore: SANOFI SPA
FARMACO DI AUTOMEDICAZIONE
VENDITA SENZA RICETTA
Prezzo:

DENOMINAZIONE

VITAMINA C VITA 1 G

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Vitamine.

PRINCIPI ATTIVI

Un flaconcino da 1 g soluzione orale contiene: acido ascorbico 1 g. Una compressa effervescente da 1 g contiene: acido ascorbico 1 g.

ECCIPIENTI

Soluzione orale: sodio metabisolfito, sodio bicarbonato, acqua depurata. Compresse effervescenti: saccarosio, sodio bicarbonato, acido tartarico, aroma di arancio, aroma di limone.

INDICAZIONI

Stati carenziali di vitamica C.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Questo medicinale non deve essere somministrato ai bambini di eta' inferiore ai 2 anni.

POSOLOGIA

A titolo indicativo la posologia e' la seguente. Flaconcini per uso orale. Adulto: 2 flaconcini al giorno. Bambini di eta' superiore a 2 anni: 1 flaconcino al giorno, salvo diversa prescrizione medica. Compresse effervescenti, da sciogliere in acqua. Adulto: compresse effervescenti da 1 g: 1/2 - 2 al giorno. Bambini di eta' superiore a 2 anni: meta' dose salvo diversa prescrizione medica.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura inferiore ai 25 gradi C.

AVVERTENZE

La vitamina C deve essere usata con cautela dai soggetti che soffranoo abbiano sofferto in passato di nefrolitiasi da ossalati e da quelliaffetti da deficit di G6Pd, talassemia e anemia sideroblastica, disturbo del metabolismo del ferro (per esempio emosiderosi, emocromatosi),iperossalemia (quest'ultima riscontrabile dopo assunzioni di alte dosi di acido ascorbico). La vitamina C puo' interferire con il test della glicosuria pur non influenzando la glicemia. E' pertanto consigliabile per i pazienti diabetici sospendere l'assunzione del prodotto qualche giorno prima di procedere al dosaggio del glucosio nelle urine. Inoltre, l'assunzione di acido ascorbico deve essere sospesa prima di effettuare il test del sangue occulto nelle feci. Questo farmaco in compresse effervescenti, contiene saccarosio: ciascuna compressa effervescente ne contiene 1,6 g. Quando assunte alle dosi raccomandate ne forniscono una quantita' giornaliera di 3,2 g. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale. Questo medicinale compresse effervescenti contiene 273 mg di sodio per dose (in forma di bicarbonato), equivalente a 14% dell'assunzione massima giornaliera raccomandata dall'OMS,che corrisponde a 2 g di sodio per un adulto. Questo farmaco flaconcini contengono 719 mg di sodio (in forma di bicarbonato e metabisolfito), equivalenti a circa il 36% dell'assunzione massima giornaliera raccomandata dall'OMS, che corrisponde a 2 g di sodio per un adulto Inoltre il sodio metabisolfito contenuto nei flaconcini di questo farmaco raramente puo' causare gravi reazioni di ipersensibilita' e broncospasmo. Il medicinale non e' controindicato per i soggetti affetti da malattia celiaca.

INTERAZIONI

E' sconsigliato l'uso concomitante di vitamina C con estrogeni, flufenazina, warfarin, deferoxamina. L'uso concomitante di un dosaggio di deferoxamina superiore a 500 mg puo' causare alterazione della funzionalita' cardiaca.

EFFETTI INDESIDERATI

In soggetti predisposti possono manifestarsi reazioni da ipersensibilita'. Sono stati segnalati casi di mal di testa, diarrea e disturbi gastrointestinali con l'assunzione di dosi elevate. Segnalazione delle reazioni avverse sospette. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Gravidanza: questo farmacvo passa la barriera placentale. Quando vengono assunte dosi di questo medicinale superiori al range terapeutico durante la gravidanza, in alcuni neonati sono stati osservati sintomi paradossi di avitaminosi. Allattamento: l'acido ascorbico e' escreto nel latte materno.

Codice: 007780048
Codice EAN:
Codice ATC: A11GA01
  • Apparato gastrointestinale e metabolismo
  • Vitamine
  • Acido ascorbico
Temperatura di conservazione: non superiore a +25 gradi
Forma farmaceutica: COMPRESSE EFFERVESCENTI / COMPRESSE SOLUBILI
Scadenza: 24 MESI
Confezionamento: FLACONE